News

Diabete di tipo 2: nutrizione di precisione

Diabete di tipo 2: nutrizione personalizzataOltre 425 milioni di persone nel mondo soffrono di diabete, soprattutto di tipo 2. Causa principale della patologia è l’urbanizzazione, gli stili di vita sedentari e la malnutrizione. Esistono infatti prove del fatto che la maggior parte dei casi di diabete di tipo 2 potrebbe essere prevenuto adottando uno stile di vita sano, fatto di attività fisica, dieta equilibrata e peso nella norma, anche quando il paziente assume farmaci per tenere sotto controllo la malattia.

Oggi il mondo della nutrizione e quello della medicina di precisione stanno lavorando in sinergia, con lo scopo di fornire ai pazienti indicazioni dietetiche personalizzate in base alle caratteristiche genetiche, epigenetiche e metaboliche del singolo individuo. Uno dei primi campi di applicazione della nutrizione di precisione sarà il diabete di tipo 2, sia per la prevenzione che per il trattamento.
Una delle caratteristiche peculiari del diabete è la sua eterogeneità – sul piano clinico, genetico e fisiopatologico – per cui interventi ad hoc sul singolo paziente sono necessari, così come si farebbe per la somministrazione di un farmaco.

L’idea alla base della nutrizione di precisione è proprio quella di prevenire e trattare le patologie anche attraverso interventi dietetici su misura della persona, in base al suo background genetico, al suo profilo metabolico e alle esposizioni ambientali.

Quanti sono in Italia i diabetici? Secondo i dati Istat, nel 2016 oltre 3,2 milioni di persone hanno dichiarato di essere affette da diabete, il 5,3% dell’intera popolazione. La diffusione del diabete è quasi raddoppiata in trent’anni (coinvolgeva il 2,9% della popolazione nel 1980), sia per l’invecchiamento della popolazione sia per altri fattori quali l’anticipazione delle diagnosi e l’aumento della sopravvivenza dei malati di diabete.

Alla luce di quanto detto, sono tre le figure professionali di riferimento per chi soffre di diabete: il diabetologo, il nutrizionista/dietista e il genetista. Ma quanti sono? Come rintracciarli per, ad esempio, azioni di comunicazione o per ampliare il proprio database?
Il diabetologo è generalmente un medico specializzato in Endocrinologia la cui pratica medica è la diabetologia. PKE, grazie ad Atlante Sanità, il database che conta oltre 1,3 milioni di anagrafiche, segmenta i medici per specializzazione, professione e pratica medica; in questo modo può fornire al cliente una lista di medici diabetologi ma non solo: attraverso l’High Profiling, è in grado di profilare i medici in base ai loro interessi digitali; quindi, ad esempio, alla lista degli endocrinologi che svolgono come pratica la diabetologia, si possono aggiungere tutti i professionisti della salute che sono comunque interessati al tema.
In Italia ci sono 9.306 medici specializzati in endocrinologia, di cui 2.474 svolgono la pratica di diabetologia.

Analogamente al discorso fatto prima, è possibile selezionare i biologi nutrizionisti (14.751), i dietisti (3.123)  e i medici specializzati in genetica medica (1.012).

Fonte: Quotidiano Sanità

 
Autore:

PKE Group

PKE è una società nata da DS Medigroup, costituita per gestire i data base delle professioni e la creazione di comunità profilate sulla rete Internet.
Obiettivo di PKE è accompagnare le Istituzioni e gli Enti privati nella corretta gestione dei dati e nell’approfondita conoscenza delle diverse professioni, nell’analisi delle competenze specifiche di ciascuna disciplina, nelle valutazioni dei loro fabbisogni formativi ed informativi, nella definizione strategica degli strumenti di comunicazione (informazione e formazione) e nella loro completa implementazione.

Segui PKE Group: