News

Dieta e menopausa: qual è il nesso?

Dieta e menopausa: qual č il nesso?Secondo uno studio inglese, la qualità della dieta influenza l’età di comparsa della menopausa: donne che mangiano legumi freschi e pesci grassi, come il salmone, vanno in menopausa più tardi rispetto alla media nazionale; la situazione è invece opposta per le donne che assumono carboidrati raffinati quali pasta e riso.

Lo studio, pubblicato su Journal of Epidemiology and Community Health, ha preso in esame oltre 14 mila donne residenti in Gran Bretagna alle quali è stato chiesto di compilare un questionario riguardante la dieta, la storia clinica e riproduttiva. A distanza di 4 anni i ricercatori hanno condotto una seconda indagine al fine di valutare la composizione della dieta delle donne che nel frattempo erano andate in menopausa.

L’età media di inizio menopausa delle donne inglesi si aggira intorno ai 51 anni. Nelle donne prese in esame si è visto che questo valore si abbassa di circa 1,5 anni rispetto alla media quando la dieta è ricca di carboidrati raffinati. Il gap è invece di 3 anni, più tardi, per le donne che assumono grandi quantità di legumi e pesci grassi.

È chiaro che un anticipo o un ritardo della menopausa possono causare problemi nella donna: una menopausa precoce, ad esempio, risulta associata a una ridotta densità ossea, con osteoporosi e aumento di rischio cardiovascolare. Una menopausa tardiva, invece, può portare a un aumento del rischio di tumore mammario, ovarico e dell’endometrio.

Studi condotti in passato hanno evidenziato che sono molti i fattori che possono influenzare l’età della menopausa, dalla genetica, allo stile di vita, all’ambiente al quale si è esposti. Solo pochi studi però si sono finora focalizzati sulla dieta. E questo è in assoluto il primo studio ad aver indagato la correlazione tra singoli componenti della dieta ed età della menopausa fisiologica in una vasta coorte di donne inglesi.

Quanti in Italia si occupano di nutrizione? E quanti sono invece i ginecologi? Atlante Sanità, il database che comprende oltre 1,3 milioni di anagrafiche, conta 14.591 biologi nutrizionisti e 18.536 medici specializzati in ginecologia e ostetricia.

Fonte: Quotidiano Sanità

 
Autore:

PKE Group

PKE è una società nata da DS Medigroup, costituita per gestire i data base delle professioni e la creazione di comunità profilate sulla rete Internet.
Obiettivo di PKE è accompagnare le Istituzioni e gli Enti privati nella corretta gestione dei dati e nell’approfondita conoscenza delle diverse professioni, nell’analisi delle competenze specifiche di ciascuna disciplina, nelle valutazioni dei loro fabbisogni formativi ed informativi, nella definizione strategica degli strumenti di comunicazione (informazione e formazione) e nella loro completa implementazione.

Segui PKE Group: