Accadde oggi

Giornata Mondiale del Lupus

Giornata mondiale del LupusRendiamo il Lupus visibile” è il claim con cui il 10 Maggio si è celebrata la Giornata Mondiale dedicata al Lupus Eritematoso Sistemico (LES), con l’obiettivo di sostenere la consapevolezza verso questa malattia, per la quale oggi esiste ancora tanta disinformazione.

Si stima che in tutto il mondo siano oltre 5 milioni le persone affette da LES e che in Italia questa malattia colpisca oltre 60.000 persone, con circa 2.000 casi diagnosticati ogni anno.

Il LES colpisce più frequentemente le donne, soprattutto fra i 15 e i 44 anni, con un rapporto di incidenza tra femmine e maschi di 9:1. Questa maggiore suscettibilità alla malattia del sesso femminile sembra possa essere legata a fattori ormonali ed epigenetici.

La malattia

Il LES è una malattia autoimmune cronica del tessuto connettivo che può colpire diversi organi del corpo, soprattutto pelle, articolazioni, cuore, reni e sistema nervoso centrale.

Le cause sono tuttora sconosciute, anche se sono noti la sua predisposizione genetica ed alcuni fattori scatenanti: fattori ambientali, alterazioni ormonali, infezioni virali e stress.

I sintomi del Lupus vanno e vengono, cambiano nel tempo, rendendo il Lupus difficile da diagnosticare e da seguire. I sintomi più frequenti includono dolori articolari, rash cutanei, astenia e febbre, che possono durare giorni o settimane.

Nella maggior parte dei Paesi sviluppati, il tasso di sopravvivenza è maggiore di 10 anni per più del 95% delle persone. Il miglioramento della prognosi è in parte dovuto alla possibilità di effettuare una diagnosi precoce e alla disponibilità di terapie più efficaci. 

Tuttavia, il decorso del Lupus è imprevedibile, con periodi di riacutizzazione che si alternano a periodi di remissione della malattia, che possono durare anche anni. Le riacutizzazioni, che si verificano meno frequentemente dopo la menopausa, possono essere attivate dall’esposizione al sole, da un’infezione, da un intervento chirurgico e da una gravidanza.

I trattamenti ad oggi disponibili comprendono:
  • Idrossiclorochina (un antimalarico) per tutti i pazienti affetti da LES, indipendentemente dalla gravità della malattia
  • Farmaci antinfiammatori non steroidei per i pazienti con malattia lieve
  • Corticosteroidi e immunosoppressori per i pazienti con malattia grave
 
Autore:

PKE Group

PKE è una società nata da DS Medigroup, costituita per gestire i data base delle professioni e la creazione di comunità profilate sulla rete Internet.
Obiettivo di PKE è accompagnare le Istituzioni e gli Enti privati nella corretta gestione dei dati e nell’approfondita conoscenza delle diverse professioni, nell’analisi delle competenze specifiche di ciascuna disciplina, nelle valutazioni dei loro fabbisogni formativi ed informativi, nella definizione strategica degli strumenti di comunicazione (informazione e formazione) e nella loro completa implementazione.

Segui PKE Group: