News

Il vademecum dei pediatri per il "bambino viaggiatore"

Il vademecum dei pediatri per il bambino viaggiatoreSecondo il Center for Disease Control and Prevention, ogni anno circa 2 milioni di bambini si mettono in viaggio. I cosiddetti “bambini viaggiatori” sono sia quelli che si muovono per le “vacanze” sia quelli che, con le loro famiglie, arrivano in Italia da altri paesi (migranti o rifugiati) o bambini e adolescenti che viaggiano da soli (adottati internazionalmente o in fuga dai loro paesi di origine). Altra categoria sono i bambini nati in Italia che vanno in vacanza nei loro paesi di origine (i VFR, visiting frinds and relatives).

I dati del Geo Sentinel Surveillance Network dice che su un campione di 1591 bambini, le malattie più comunemente contratte durante il viaggio sono: diarrea (28% dei casi), malattie dermatologiche (25%), malattie febbrili sistemiche, specialmente malaria, (23%), malattie respiratorie (11%) e malattie prevenibili da vaccino (2%), soprattutto infezione da Salmonella typhi e epatite A.

Il “bambino viaggiatore” sarà uno dei temi al centro della prima giornata di lavori al 74° Congresso della Società Italiana di Pediatria (SIP) che si apre oggi, a Roma.

“E’ importante essere bene informati sui possibili rischi a cui si può andare incontro prima, durante e dopo ogni viaggio, pianificando ogni dettaglio nel rispetto della salute e del benessere dei bambini e di tutta la famiglia”, afferma il Presidente della Società Italiana di Pediatria Alberto Villani. “E ricordare – aggiunge - che alcune malattie come la malaria possono manifestarsi anche a distanza di tempo, pertanto è opportuno indagare episodi febbrili che possono verificarsi al rientro se si è stati in Paesi ad alta endemia”.

Il vademecum per viaggiare sicuri consiglia l’incontro col pediatra prima della partenza, per valutare la storia clinica del bambino; portare con sé farmaci e presidi di uso comune che potrebbero non essere disponibili nel paese di destinazione; prestare attenzione al cibo, soprattutto in caso di viaggi internazionali; terminato il viaggio, è consigliata una visita medica di controllo.

Il pediatra è sicuramente una delle figure di riferimento in questi casi. Ma quanti sono in Italia? Atlante Sanità, il database della sanità italiana che comprende oltre 1,3 milioni di anagrafiche, conta 22.810 medici specializzati in pediatria e neonatologia. Di questi, 9.217 sono Pediatri di Libera Scelta (PLS), 6.495 pediatri ospedalieri e 5.341 pediatri in attività privata.

Fonte: Quotidiano Sanità
 
Autore:

PKE Group

PKE è una società nata da DS Medigroup, costituita per gestire i data base delle professioni e la creazione di comunità profilate sulla rete Internet.
Obiettivo di PKE è accompagnare le Istituzioni e gli Enti privati nella corretta gestione dei dati e nell’approfondita conoscenza delle diverse professioni, nell’analisi delle competenze specifiche di ciascuna disciplina, nelle valutazioni dei loro fabbisogni formativi ed informativi, nella definizione strategica degli strumenti di comunicazione (informazione e formazione) e nella loro completa implementazione.

Segui PKE Group: