News

Quanti sono i dermatologi in Italia?

dermatologiSe da un lato “estate” significa mare, montagna, passeggiate, nuotate e giochi all’aria aperta, dall’altra però l’esposizione al sole può causare molti danni a livello cutaneo. Per questo è sempre importante utilizzare prodotti che aiutino a prevenire eventuali patologie della pelle e, al tempo stesso, evitare di stare sotto al sole durante le ore più calde.

Immaginiamo, per esempio, di essere un’azienda farmaceutica che sta lanciando un nuovo prodotto sul commercio e ha bisogno di affiancare alla sua comunicazione tradizionale anche quella digitale in modo tale da far conoscere il suo nuovo prodotto ai medici dermatologi.  Prima di tutto avrà bisogno di sapere quanti sono effettivamente i dermatologi che è possibile contattare, per esempio, attraverso campagne Dem. Trovare queste informazioni può però non essere semplice soprattutto perché, in Italia, ci sono 6.136 medici specializzati in dermatologia e venereologia (fonte: Atlante Sanità, di cui abbiamo parlato in un recente articolo). Come reperire i contatti ed effettuare una comunicazione verso l’intero target? Un’azienda come PKE offre, attraverso il suo servizio di comunicazione digitale, la possibilità di entrare in contatto con tutti i medici dermatologi iscritti a WelfareLink. Come scritto nella news di ieri, WelfareLink è la più grande comunità italiana di operatori sanitari in rete (che hanno rilasciato il permission marketing per il contatto diretto) che conta 5.282 medici specializzati in dermatologia e venereologia di cui 1.570 medici ospedalieri e 1.601 medici che svolgono attività privata.

Grazie alla ricca banca dati di cui dispone e a WelfareLink, PKE è in grado di offrire servizi completi ed efficaci che mirano a colpire tutto il target prescelto.

Autore: PKE Group

PKE è una società nata da DS Medigroup, costituita per gestire i data base delle professioni e la creazione di comunità profilate sulla rete Internet.
Obiettivo di PKE è accompagnare le Istituzioni e gli Enti privati nella corretta gestione dei dati e nell’approfondita conoscenza delle diverse professioni, nell’analisi delle competenze specifiche di ciascuna disciplina, nelle valutazioni dei loro fabbisogni formativi ed informativi, nella definizione strategica degli strumenti di comunicazione (informazione e formazione) e nella loro completa implementazione.


Social: