News

Omonimia fra i medici: quanto e' frequente?

omonimiaLa cronaca medica continua a fare notizia: in meno di due mesi sono stati espulsi dall’Albo tre medici. Ultimo della lista è Paolo Rossaro, medico di medicina generale iscritto all’Ordine dei medici di Padova, radiato per violazione dell’articolo 15 del Codice Deontologico secondo cui  "il medico non deve sottrarre la persona assistita a trattamenti scientificamente fondati e di comprovata efficacia. Il medico, conosciuto come il “dottor antichemio”, era già stato condannato in Cassazione ad un anno e mezzo di reclusione per l’omicidio colposo di Cristian Trevisan, il trentacinquenne vicentino deceduto il 24 dicembre 2007 per un linfoma di Hodgink, curabile nell’85% dei casi, perché trattato con vitamina C e integratori e non con l’unica cura salvavita, la chemioterapia.

Il fatto suscita chiaramente scalpore: chi dovrebbe curarci, se non il medico? Dopo anni di studi, specializzazioni ed esperienza ci aspettiamo che sia lui la persona a cui affidarci, perché garante del nostro stato di salute.

E cosa succederebbe se un paziente in cura da uno psichiatra leggesse sui giornali il nome del suo medico radiato dall’ordine? Probabilmente, come prima cosa, penserebbe a tutte le cure che sta facendo, al denaro che presumibilmente ha speso e rischierebbe di avere un attacco di panico seduta stante. Sembra un evento improbabile e assurdo? In realtà non lo è: nell’Ordine del medici di Padova c’è infatti un caso di omonimia. Esiste uno psichiatra, Paolo Rossaro, che lavora a Mestre: non abbiamo le conoscenze e le competenze per giudicare il suo operato ma certamente non è stato radiato dall’Ordine di Padova.

Come reperire queste informazioni? Basta consultare il database di PKE che conta più di 1,3 milioni di professionisti della salute, dai medici ai farmacisti fino ai biologi: conosce la loro specializzazione, la professione che svolgono e l’ospedale o la clinica in cui operano. Lo sapevate che in Italia ci sono 14 Mario Rossi medici? E questo è uno dei nomi più comuni. Ma lo stesso succede quando cerchiamo nomi meno “popolari”: ben 6 Antonio D’alessandro.

Avere quindi un database corretto e aggiornato permette di risolvere il problema dei casi di omonimia di medici che vivono nella stessa città, appartengono allo stesso Ordine o sono nati lo stesso giorno.

Autore: PKE Group

PKE è una società nata da DS Medigroup, costituita per gestire i data base delle professioni e la creazione di comunità profilate sulla rete Internet.
Obiettivo di PKE è accompagnare le Istituzioni e gli Enti privati nella corretta gestione dei dati e nell’approfondita conoscenza delle diverse professioni, nell’analisi delle competenze specifiche di ciascuna disciplina, nelle valutazioni dei loro fabbisogni formativi ed informativi, nella definizione strategica degli strumenti di comunicazione (informazione e formazione) e nella loro completa implementazione.


Social: