Statistiche

Professioni sanitarie: il tasso di occupazione

Professioni sanitarie il tasso di occupazioneSecondo il XX rapporto annuale del Consorzio Alma Laurea di Bologna, continua il trend positivo dell’occupazione per le professioni sanitarie, con circa il 71% dei laureati che a un anno dal conseguimento del titolo hanno già un lavoro. Si tratta di un rapporto che monitora tutti gli Atenei (esclusa l’Università Cattolica) e tutte le aree disciplinari, da cui è emerso che il tasso occupazionale, negli anni, è incrementato di 4,3 punti percentuali: dal 65,8% del 2013, al 66,6% del 2014, al 68,2% del 2015 fino all’attuale 71%.

Analizzando in dettaglio le 22 professioni sanitarie sugli ultimi dati del 2016, i primi 5 posti per tasso occupazionale li ricoprono Igienista Dentale, con l’89%, Logopedista e Terapista della Neuro e Psicomotricità dell’età evolutiva, con l’88%, Fisioterapista, all’84% e Podologo con l’83%. Si tratta di profili che operano prevalentemente come liberi professionisti, oltre che in parte anche come dipendenti pubblici. Gli ultimi cinque posti sono invece occupati da alcune professioni tecniche con rapporto di lavoro dipendente, specialmente pubblico, come i Tecnici di Radiologia e i Tecnici della Prevenzione (47%), seguiti dai Tecnici di Laboratorio (37%), di Audiometria (35%) e a chiudere i Tecnici di Fisiopatologia cardiocircolatoria (33%).

Per sapere invece quanti sono, in totale, i professionisti di tutte le professioni sanitarie bisogna accedere ad Atlante Sanità, il database comprendente tutte le anagrafiche di medici, biologi, farmacisti, infermieri, ecc. (oltre 1,3 milioni di profili).

Fonte: Sanità24
 
 
Autore:

PKE Group

PKE è una società nata da DS Medigroup, costituita per gestire i data base delle professioni e la creazione di comunità profilate sulla rete Internet.
Obiettivo di PKE è accompagnare le Istituzioni e gli Enti privati nella corretta gestione dei dati e nell’approfondita conoscenza delle diverse professioni, nell’analisi delle competenze specifiche di ciascuna disciplina, nelle valutazioni dei loro fabbisogni formativi ed informativi, nella definizione strategica degli strumenti di comunicazione (informazione e formazione) e nella loro completa implementazione.

Segui PKE Group: