News

Tumore all'utero: dove curarsi?

Tumore all’utero: dove curarsi?I tumori dell’endometrio, rappresentativi della quasi totalità dei tumori che colpiscono l’utero, sono al sesto posto tra i tumori più diagnosticati alle donne (4% di tutte le diagnosi di tumore) con 7.700 nuovi casi all’anno in Italia.

Tra i principali fattori di rischio ci sono l’età, con una prevalenza di diagnosi in donne over 50, l’obesità, legata a una dieta troppo ricca di calorie e grassi e il diabete. In particolare, rispetto alle donne sane e con peso nella norma, le donne in sovrappeso hanno una probabilità due volte maggiore di sviluppare il tumore, quelle obese una probabilità tre volte maggiore, quelle con diabete quattro.

Come evolve il tumore? In base al sistema di classificazione FIGO 2009 (Federazione internazionale di ginecologia e ostetricia), il tumore dell'endometrio o i sarcomi dell'utero possono essere divisi in quattro stadi a seconda di quanto risultano diffusi nell'organismo:

Stadio I: il tumore è limitato al corpo dell'utero e non ha invaso cervice, linfonodi o altri siti lontani.
Stadio II: il tumore ha invaso la cervice, ma non ha intaccato aree al di fuori dell'utero.
Stadio III: il tumore si è diffuso oltre l'utero, ma è ancora limitato alla regione pelvica.
Stadio IV: il tumore ha raggiunto vescica, retto, linfonodi pelvici e altre zone distanti come ossa o polmoni.

Quali sono i possibili trattamenti? A seconda dello stadio a cui viene diagnosticato il tumore, sono tre i possibili approcci: chirurgicochemioterapico radioterapico (talvolta in associazione). L’isterectomia radicale, attraverso un’incisione sulla parete addominale o passando dalla vagina, rappresenta l’opzione terapeutica adottata con maggiore frequenza.

Ma dove curarsu? Quali sono le strutture che, nel nostro Paese, sono considerate eccellenze nel trattamento della patologia? Per rispondere a questa domanda si può consultare Oncoguida, il servizio di informazione per i malati di cancro e le loro famiglie. Sul sito è possibile trovare una classificazione dei centri “ad alto volume di attività” con maggiore esperienza (numero interventi eseguiti), affidabilità ed adeguato standard assistenziale relativi alle diverse patologie oncologiche. Maggiore è il numero degli interventi eseguiti nella struttura, più alta è l’affidabilità del centro.

Per quanto riguarda il tumore all’utero, i primi tre centri per affidabilità (secondo le Sdo 2016) si trovano a Roma, a Milano Catania. Per sapere quali sono le strutture e il numero di interventi che eseguono, visita la pagina.

Fonte: AIRC
 
Autore:

PKE Group

PKE è una società nata da DS Medigroup, costituita per gestire i data base delle professioni e la creazione di comunità profilate sulla rete Internet.
Obiettivo di PKE è accompagnare le Istituzioni e gli Enti privati nella corretta gestione dei dati e nell’approfondita conoscenza delle diverse professioni, nell’analisi delle competenze specifiche di ciascuna disciplina, nelle valutazioni dei loro fabbisogni formativi ed informativi, nella definizione strategica degli strumenti di comunicazione (informazione e formazione) e nella loro completa implementazione.

Segui PKE Group: