Statistiche

Analizziamo i numeri della Sanita

mediciper regioneIn Italia esistono circa una cinquantina di specializzazioni accademiche collegate alla laurea in medicina e chirurgia. Le più frequenti risultano essere Medicina Interna, Pediatria e Neonatologia, Chirurgia Generale e Cardiologia. La meno diffusa è Medicina tropicale, che in Italia conta poco meno di 1.000 specialisti. I medici di medicina Interna lavorano, nel 45% dei casi, in strutture ospedaliere. I pediatri si ripartiscono in maniera più o meno uniforme tra attività convenzionata,specialista ospedaliero e specialista privato. Il 43% dei chirurghi generali lavora in ospedale, mentre il 20% ha uno studio privato. I circa 25.000 specializzati in cardiologia, lavorano nel 40% dei casi in ospedale, mentre il 22% svolge l’attività privata. Infine, il 25% dei medici di Medicina Tropicale lavora in una struttura ospedaliera.

Più in generale in Italia abbiamo un laureato in Medicina e Chirurgia ogni 150 abitanti. Svolgono tutti la professione sanitaria? Circa 1/3 dei laureati si dedica all’attività ospedaliera, il 21% lavora come specialista privato, il 18% in convenzione (pediatra, medico di medicina generale e di continuità assistenziale). Il rimanente 30% circa si distribuisce tra varie attività lavorative, quali ad esempio il giornalista o il dipendente in azienda.

I medici in Italia seguono, come inevitabile, la distribuzione della popolazione italiana. La più alta presenza si registra in Lombardia, con quasi 60.000 medici, seguita dal Lazio con circa 48.000 camici bianchi. Fanalino di coda la Valle d’Aosta, con circa 700 medici.
Interessante è anche la distribuzione di laureati per regione: in Liguria abbiamo ben 844 laureati in Medicina ogni 100mila abitanti; segue il Lazio con 809. Sul fronte opposto, il Trentino ha 488 medici ogni 100mila abitanti. Se restringiamo l’analisi ai laureati che effettivamente esercitano la professione medica, i numeri cambiano: secondo Eurostat, il numero di medici per 100mila abitanti risulta essere di poco meno di 390, con gli estremi rappresentati da Sardegna, con 475 medici per 100mila abitanti, e il Piemonte, che ne conta 350. Confrontandoci con il resto d’Europa risulta che disponiamo mediamente di circa 330 medici ogni 100.000 abitanti; un dato che ci pone leggermente sopra la media continentale.

Atlante Sanità è l'unica banca dati istituzionale dove potrai trovare tutti i numeri delle professioni e delle specializzazioni della Sanità italiana. Per info contattaci
 

 
Autore:

Marco Morandi

Fondatore e direttore delle operazioni in PKE Marco Morandi si occupa da circa 20 anni di servizi per il settore farmaceutico e sanitario sviluppando una grande esperienza nell’area del CRM farmaceutico della comunicazione e marketing. Docente di Marketing Farmaceutico presso la Business School del Sole 24 Ore, appassionato d’innovazione, fa parte del Consiglio di Amministrazione di Innovits, no profit a supporto delle startup.

Segui Marco Morandi: